Crea sito

SULLE ORME DI UN GENIO: GABRIELE DUFFIZI E JACOPO CHEN PRODIGI DELLA MATEMATICA IN VETTA ALLA CLASSIFICA

“Gabriele Duffizi (classe 2001) e Jacopo Chen (classe ‘99) all’apice della classifica  nella fase provinciale della gara della Bocconi”

 

Cosa vuol dire essere un genio? Chi è un talento? Cosa rende un genio tale e cosa distingue una persona “normale” da uno di loro?  Quando pensiamo a quest’ultimi, ci vengono in mente uomini e donne come Albert Einstein, Steven Hawking e Marie Curie e molti altri che hanno contribuito all’evoluzione umana e sono rimasti incastonati nella storia grazie alla loro intelligenza e alle loro capacità fuori dal comune.

Anche se sono ancora agli albori e benchè non vantino una popolarità come la Curie, Hawkings e Einstein, Jacopo Chen e Gabriele Duffizi hanno davanti a loro una brillante carriera, e il Liceo “Landi” può essere fiero di avere tra i suoi alunni questi piccoli-grandi geni.

 

Andiamo a conoscerli meglio:

 

Gabriele Duffizi, classe 2001, è la “new entry” della squadra matematica del Liceo Landi; nonostante faccia parte della squadra del liceo da poco meno di due anni, sono ormai già quattro che gareggia. E’ stato infatti il suo ex professore di informatica ad indirizzarlo verso le gare di matematica, e da quel momento non ha più smesso, riuscendo a conseguire risultati strabilianti. Persino nella sua prima gara di “problem solving”, si piazzò al primo posto insieme alla sua squadra.

Dall’inizio della sua carriera ha partecipato ad un paio di gare nazionali, classificandosi (individualmente) il primo anno settimo ed il secondo quinto. Preferisce le gare individuali per una questione di soddisfazione personale ed il suo “rito pre-gara” è la risoluzione di quesiti di matematica o l’ascolto di musica per rilassarsi. La sua ultima conquista in campo matematico è stata l’aggiudicazione del ventinovesimo posto alla gara indetta dalla Bocconi, terminata da Gabriele in due ore riuscendo a risolvere otto quesiti su quindici.

 

Invece Jacopo Guoyi Chen, classe 1999, è ormai una leggenda tra gli studenti della scuola, entrato già da qualche anno nel pantheon delle menti più brillanti del “Landi”.

Ha iniziato la sua carriera sette anni fa; dopo essere stato notato dal suo professore di matematica, ha cominciato a prender parte a gare di ogni specie che variano dalla matematica, alla fisica, all’astronomia e perfino all’italiano. Prodige della matematica sin dai due anni, definisce questo suo dono “innato” ed intende diventare ricercatore di matematica, iscrivendosi alla facoltà di matematica all’università.

Tra i suoi innumerevoli successi, Chen può vantare di avere conquistato un bronzo alle finali internazionali a Parigi; un argento e due ori alle Olimpiadi di matematica nazionali e un argento a quelle internazionali; un bronzo e un oro alle finali nazionali dell’Olimpiadi di fisica; due ori alle finali delle Olimpiadi di informatica e un oro alle finali internazionali delle olimpiadi di astronomia.

La sua ultima grande soddisfazione è stata quella di aver terminato la gara indetta dalla Bocconi in due ore e un quarto risolvendo tutti i quesiti, riuscendo ad arrivare primo su settantasette premiati e moltissimi partecipanti.

Mercoledì 12 aprile si è tenuta la premiazione dei primi classificati alle gare provinciali di Roma (Olimpiadi della matematica 2016/2017) presso l’ Accademia dei Lincei a Roma.

I nostri due campioni, Jacopo e Gabriele, si sono recati a Roma per ritirare il loro premio, insieme alle professoresse Campagna Sonia e Ciarla Alessandra.

 

Solo una delle molte soddisfazioni ottenute dai i nostri due piccoli-grandi geni ai quali noi de “La Gazzetta del Landi”  auguriamo di continuare su questa aurea strada per  essere un esempio per molti che sognano di ottenere risultati brillanti come i loro e di poter entrare a pieno titolo un giorno nel pantheon delle menti più brillanti del Landi.
Matteo Molteni & Antonella Mei