Crea sito

SPORT DELL’ALTRO MONDO

Tre ori, quattro argenti, un bronzo e tutti gli azzurri in finale. Questa è la prima giornata dell’Italia ai Mondiali di nuoto paraolimpico a Città Del Messico che hanno avuto inizio nella giornata del 6 dicembre. Le paraolimpiadi, sottovalutate e scostate da molte persone, hanno anche loro molta importanza e la nazionale Italiana ne ha dimostrata molta. Il primo giorno iniziò molto bene sotto i migliori auspiciper i colori del bel paese con Federico Morlacchi e Simone Barlaam tra i protagonisti. La coppia azzurra, infatti, ha avuto un argento e un bronzo nei 100 dorso s9. Nazionale italiana in evidenza anche nella finale dei 400 stile libero, categoria s6. Sono Antonio Fantin ed il campione paraolimpico Francesco Bocciardo a fare la voc e grossa. Italia sul podio anche nei 100 rana frammenti categoria SB4 nei quali Giulia Ghiretti ha conquistato la prima posizione togliendolo alla campionessa Sarah Rung squalificata per nuotata irregolare. Nei 50 stile libero femminile, categoria S10, medaglia di argento per Alessia Scortechini a pochi centesimi di secondo dalla campionessa olimpica Yi Chen. Infine la staffetta 4×100 stile libero, con classi miste, formata da Morlacchi, Bocciardo, Barlaam e Fantin ha ottenuto la medaglia di argento dietro al fortissimo Brasile e davanti alla Argentina. Anche se le Olimpiadi paraolimpiche sono molto sottovalutate esse rivestono un ruolo importante. Persone condizionate da fatalità o vicissitudini che, investono tutte le proprie forze per migliorare la loro qualità di vita, costituendo tale forza un esempio per tutte le persone normodotate che, invece, spesso eccedono nel lamentarsi.

Alberto Antonelli