Crea sito

SETTE ANNI DAL DISASTRO DI FUKUSHIMA

Sette anni fa avveniva il grande disastro nucleare che sconvolse il Giappone.

Il giorno 11 marzo 2011, nella città di Fukushima, in Giappone, si verificò uno dei più grandi disastri nucleari della storia, secondo solo a quello di Chernobyl. Il disastro fu causato da uno tsunami, generato dopo una scossa sismica, che si abbatté sulla costa orientale giapponese provocando migliaia di vittime e danneggiando in maniera irreparabile i 4 reattori all’interno della centrale. Da lì a poche ore si verificò una grande esplosione, dovuta alla rottura dei sistemi di raffreddamento. Oltre all’incendio si propagò dalla centrale una gigantesca nube radioattiva che colpì non solo Fukushima e il Giappone, ma in misura minore anche l’Asia e l’Europa.

L’incidente, oltre a provocare serissimi danni radioattivi nel territorio giapponese, ha provocato un fenomeno di riflessione mondiale sull’uso dell’energia nucleare, tanto da far ritirare la decisione di costruzione di nuovi reattori in alcuni stati o, addirittura, l’abolizione del nucleare in altri.

Il Giappone si è fermato per ricordare le vittime del triplice incidente – sisma, tsunami e catastrofe nucleare. Alla cerimonia organizzata al Teatro nazionale di Tokyo erano presenti il principe giapponese Akishino e la moglie Kiko, insieme al premier Shinzo Abe.Si è osservato un minuto di silenzio alle 14.46, orario in cui si è verificato il terremoto del 2011 che diede inizio alla catastrofe.

Trulli Leonardo