Crea sito

RENATA MARSILI ANTONETTI RACCONTA PIRANDELLO

Calorosa accoglienza degli studenti delle classi quinte del liceo “A. Landi” alla pronipote di Luigi Pirandello.

Venerdì 24 Novembre 2017, presso l’aula magna del Liceo Scientifico “A. Landi”, si è tenuta una conferenza con la scrittrice Renata Marsili Antonetti, pronipote di Pirandello, in occasione dell’anniversario dei centocinquant’anni dalla nascita dello scrittore. La discendente del celebre drammaturgo è nipote di Rosolina, ovvero la sorella di Pirandello. Grazie alla grande quantità di materiale relativo al prozio, rinvenuto nella cantina della nonna, e ai racconti narrati dalla madre sulla sua infanzia, la signora Antonetti potuto condividere tale patrimonio sia personale sia letterario. Questo è il motivo della sua presenza nel nostro istituto, più volte impegnato in simili iniziative. Dopo un’accurata presentazione della sua famiglia anche attraverso la visione di preziose foto d’epoca in cui lo scrittore siciliano è ritratto in diverse fasi della sua vita, Renata Marsili Antonetti ha via via delineato la figura di Pirandello come artista a trecentosessanta gradi. Appassionato anche di musica e pittura, egli ha espresso al meglio la sua creatività attraverso opere teatrali e una ricca produzione letteraria che hanno lasciato un segno indelebile nella cultura italiana e non solo. Quando nel 1934 gli venne conferito il premio Nobel per la letteratura, ricorda la scrittrice, la reazione di Pirandello fu imprevedibile e pienamente rispondente al suo essere uomo di teatro, definendo l’evento come una grande “pagliacciata”. Suggestivo anche per la pronipote il video, presentato in conferenza, in cui si vede l’autore che ritira il premio. Tra racconti e aneddoti la protagonista dell’evento è riuscita a coinvolgere piacevolmente con garbo e delicatezza gli studenti. L’incontro si è concluso con la lettura da parte della professoressa Di Nardo di alcuni aforismi pirandelliani, espressione delle contraddittorietà dell’esistenza umana.

Matteo Cannistraci