Crea sito

IL POTERE UNIFICANTE DELLA SCRITTURA. VERONICA PIVETTI PRESENTA IL SUO NUOVO LIBRO “MAI ALL’ALTEZZA” ALLA MONDADORI DI VELLETRI

L’unica e inimitabile “Prof” sbarca alla Mondadori di Velletri per presentare il suo nuovo libro “Mai all’altezza”.

… “ La nostra storia, apparentemente banale, in realtà è eccezionale … ”. E’ questo il messaggio lanciato al pubblico Veliterno dall’inconfondibile Veronica Pivetti che approda alla Mondadori di Velletri accompagnata dalla sua insormontabile simpatia e ironia, per presentare il suo secondo libro, pubblicato da Mondadori: “Mai all’altezza”. Ci viene presentata una Pivetti naturale, umana (si oserebbe dire), senza filtri in cui ella traspare con tutti i suoi dubbi, tutte le sue insicurezze (ne parla durante la sua presentazione di quarantacinque minuti, condotta dal giornalista Ezio Tamalia ).

Dopo il suo primo libro “Ho smesso di piangere”, la Pivetti torna con il suo nuovo lavoro: “Mai all’altezza” in cui, come fatto anche nel suo primo testo, esorta il pubblico a ridere dei propri problemi, come ha imparato a fare lei, a seguito della sua ultima grande “catastrofe” (come definisce lei stessa il dirompente incendio che tre anni fa ha quasi raso al suolo la sua abitazione).

Proprio questo incendio, infatti, rappresenta la genesi di tutto il libro. Nasce dalla necessità di condividere la sua storia, non in modo blando, e vittimistico, bensì … ridendoci su.“ Questo incendiomi ha resa sensibilmente diversa,mi ha educata … all’essenziale [ ] Perdi le cose ma non la memoria” . La Pivetti racconta come l’incendio abbia fatto scattare in lei un rifiuto di tutto ciò…che è materiale, “ e questa era una sensazione strana, alla quale non ero abituata, da sporca consumista quale sono … ” .

Ripercorre la sua vita attraverso gli oggetti, narrando di volta in volta, simpaticissimi aneddoti, che non possono che strappare un sorriso quando letti. Racconta dei “piccoli traumi quotidiani” che hanno fatto di lei quello che è oggi; dalla sua chilometrica statura, al suo “piedone” , alle battutine dei suoi compagni di classe. Non manca poi il lato ironico e “spudorato” della “Prof”, che subito acquista la simpatia di un pubblico Veliterno accorso numeroso, rendendolo partecipe e con il quale parla e si relaziona.

Conclude la presentazione facendo un omaggio alla scrittura:“facendo l’attrice fingo, dove io sono veramente sincera è qui. Ho scoperto la zona di libertà e di vera estensione … che è la scrittura [ ] qui non ho filtri, posso dire quello che mi pare. Dove io sono veramente libera è nella scrittura, e non posso che esserne grata e non può che piacermi, poiché crescendo sto sempre alla ricerca dell’essenzialità e della verità”. Dice infatti che ha affrontato questo secondo volume con maggiore spudoratezza e più tranquillità affermando che redigerlo è stato un vero e proprio godimento. Dulcis in fundo, l’autrice non ha esitato a firmare le copie e a fare foto ricordo con i tanti ammiratori venuti ad assistere a questo memorabile evento promosso dalla Mondadori. Primo di molti della lunga lista prevista dalla libreria, che prossimamente ospiterà l’autrice Loretta Napoleoni, domenica 19 febbraio alle ore 18:00 e l’autore Luca Ricci, sabato 25 febbraio sempre alle 18:00.

Di Matteo Molteni