Crea sito

L’UOMO CHE NON TRAMONTA: RINO GAETANO

Il giorno 13 dicembre 2017, presso il polo espositivo “Juana Romani” di Velletri, si è tenuta la presentazione del libro “Rino Gaetano Essenzialmente Tu” scritto da Matteo Persica. L’evento è iniziato con la presentazione del personaggio di Rino Gaetano: un uomo che ad un primo impatto poteva sembrare ingenuo, ma che nascondeva doti poetiche e canore dietro quel sorriso sempre stampato sul viso. Sono stati mostrati i simboli principali di Rino Gaetano: il cappello a cilindro e l’ukulele. Gran parte dell’evento si è svolto con la rappresentazione musicale di Daniele Savelli e Claudio Falco delle canzoni più famose di Rino, seguite dalle spiegazioni di Matteo Persica dei testi e dei significati nascosti, che molto spesso non ci appaiono subito agli occhi. Quindi si è partiti da “Gianna”, a “Ma il cielo è sempre più blu”, per arrivare a “Ti ti ti ti” e “Rosita”. Queste canzoni si sono alternate, poi, alla lettura di alcuni frammenti del libro, letti dalla voce emozionata di un amico di Rino: Fabrizio Capello.
Durante l’evento Matteo Persica ha spiegato il suo legame con Rino Gaetano. Egli infatti si è sempre sentito molto simile a Rino, che si portava dietro dicerie infondate che non erano neanche lontanamente vicine alla realtà e a causa delle quali non ha mai potuto realizzare i suoi sogni al 100%.  Inoltre Persica nelle ricerche su Rino, durate tre anni, ha conosciuto diverse persone importanti per lui: amici, fidanzate, conoscenti, dei quali molti hanno partecipato all’evento, compresa la sua band.
Il tutto si è concluso con il coinvolgimento del pubblico, che ha ricevuto delle maracas con le quali partecipare all’ultima canzone in memoria e in onore di Rino Gaetano.
Il libro presentato unisce musica, storia e carattere di un personaggio mai dimenticato. Definito fanciullesco, spontaneo, sempre bambino ma al contempo maturo, semplice ma profondo. Questo è Rino Gaetano e il libro non fa altro che raccontarvelo con un pizzico di emozione in più.

Isabella Gabrieli

One Comment