Crea sito

“LOGICAMENTE” DETERMINATI ALLA VOLTADI MODENA.

 

Muniti di zaino, penne e determinazione, il giorno 6 aprile, alcuni di noi, studenti del liceo Landi, insieme al   professor Gaetano Ventura, siamo partiti verso una nuova sfida: la Finale Nazionale dei Giochi di Logica a Modena. Dopo infinite gallerie e con il sonno incombente, vista l’alzataccia, siamo arrivati a Modena carichi di entusiasmo e positività per la gara che avremmo affrontato il giorno dopo. Per divertirci un po’ prima della tanto attesa prova abbiamo inizialmente visitato la città, poi ci siamo recati al Festival del Gioco-Play, dove abbiamo passato tre ore giocando tutti insieme con dei giochi da tavolo e visitando i vari stand che erano presenti. Arrivata la sera, non ci siamo fatti mancare una buona pizza, condita di risate e allegria.
Sabato 7 aprile ci siamo incamminati verso la Polisportiva Sacca di Modena, dove avevano luogo le gare. Appena arrivati alcuni di noi hanno affrontato la gara individuale e in seguito tutti abbiamo gareggiato in quella a squadre, compreso il professor Ventura insieme ad altri docenti. Tende, lampadine, fari, navi, numeri, pois: c’era davvero molta fantasia dietro quei giochi logici. Durante la gara, infatti, non sono mancati problemi contorti disposti a livelli, nei quali abbiamo messo insieme al ragionamento, tanta risolutezza e divertimento. Esiti a dir poco soddisfacenti, poiché una squadra del biennio è arrivata settima e i ragazzi della gara individuale si sono piazzati tra l’undicesimo e il ventiseiesimo posto. Molto bravi anche gli altri ragazzi che hanno svolto gran parte dei quesiti. Risultati migliori rispetto agli anni precedenti, grazie alle esercitazioni fatte a scuola durante i corsi pomeridiani.
Alla fine di questo breve ma intenso viaggio, siamo ripartiti un po’ stanchi ma compiaciuti dalla bella esperienza vissuta e orgogliosi per l’impegno che ci abbiamo messo.

Un ringraziamento speciale va al professor Ventura, che non ci ha mai fatto sentire suoi alunni, bensì suoi amici e alla professoressa Alessandra Ciarla, che grazie al suo aiuto ci ha permesso di viaggiare in treno ed entrare al Festival del Gioco gratis.

Isabella Gabrieli