Crea sito

LE AMICHEVOLI DELLA NAZIONALE

La nuova Italia del Ct Di Biagio affronterà in amichevole l’Argentina venerdì a Manchester e l’Inghilterra martedì a Londra. Sono i primi impegni della Nazionale dopo la mancata qualificazione al mondiale in Russia. Torna in campo la nazionale maggiore italiana. Dopo la delusione della mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, gli azzurri affronteranno l’Argentina di Leo Messi e l’Inghilterra del ct Southgate. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle due sfide amichevoli.

 

Quinta ed ultima sosta nazionale della stagione calcistica 2017/2018. Questa pausa è dedicata per far integrare bene i nuovi ragazzi convocati dai CT delle diverse Nazionali ma anche per prepararsi al meglio in vista dei mondiali in Russia che si svolgeranno nel mese di Luglio. Mondiali che, però, gli italiani vedranno solo alla televisione, vista la mancata qualificazione a seguito della sconfitta riportata contro la Svezia l’11 novembre scorso che di fatto ci ha eliminato dalla corsa per il mondiale. Una sconfitta amara per tutta la nazione, ma soprattutto per Buffon che poteva partecipare al suo 6° mondiale consecutivo che sarebbe stato un record. Ora torniamo alle amichevoli di questi giorni. Si è disputata venerdì 23 c.m. la prima amichevole dell’Italia contro l’Argentina. Un’Italia rivoluzionata dal CT Di Biagio, che ha preso il posto da condottiero a seguito delle dimissioni dell’ex CT Ventura, arrivate poco dopo la sconfitta contro la Svezia. La partita è iniziata bene, con un’Italia molto ordinata in campo, aggressiva e molto pericolosa. Per nostra fortuna nell’Argentina non ha giocato Messi, uno dei giocatori più forti della storia del calcio, e neanche Aguero, punta centrale del Manchester City, capolista e (quasi certo) vincitore della Premier League, primo campionato inglese. Nonostante l’assenza di questi fenomeni l’Argentina fa ugualmente paura all’Italia, schierando in attacco Higuain, bomber della Juventus e della Serie A. il primo tempo è stato molto equilibrato da entrambe le parti, con l’occasione migl iore per portarsi in vantaggio sui piedi di Insigne che però tira fuori dallo specchio della porta protetta dal portiere argentino Caballero. Occasione importante anche per Higuain, che solo davanti a Buffon riesce a farsi parare un tiro molto insidioso. Anche la prima parte del secondo tempo è stata equilibrata, fino a che al 75’ la palla non è finita sotto i piedi di Banega, centrocampista argentino, che con un tiro ad incrociare insacca la palla alle spalle di Buffon. L’Italia a questo punto cerca di reagire immediatamente però non portando molti pericoli alla retroguardia Argentina. A questo punto le squadre si allungano, si creano spazi in mezzo al campo e ancora una volta è l’Argentina ad approfittarne, questa volta con Lanzini, che con un tiro preciso porta sul 2-0 la partita all’85’. Da qui in poi si sono presentate poche occasioni e di fatto la partita si conclude con lo stesso risultato. Periodo difficile per l’Italia che conferma la difficoltà riportata contro l’Argentina. Infatti è da circa 30 anni che la nazionale non vince contro l’Albiceleste (2 pareggi e 3 sconfitte). L’Italia dopo questa sconfitta punterà alla vittoria nel match contro l’Inghilterra datato martedì 27/03. Si spera in una vittoria per la nostra Nazionale cosicché possa acquistare un po’ di fiducia in se stessa che in questo periodo sta mancando.

Francesco Mnaciocchi