Crea sito

“LA GAZZETTA DEL LANDI” INIZIA LA SUA AVVENTURA: L’AUGURIO DEL TUTOR ESTERNO E GIORNALISTA ROCCO DELLA CORTE

Cosa potrei rispondere se mi chiedessero cosa voglia dire essere giornalisti nel 2017? Difficile e sfumato, ma si potrebbe ragionare. Più che un mestiere nel senso canonico del termine, rappresenta una sfida, di quelle appassionanti e non di certo semplici da intraprendere. Nel mondo di internet, però, la libertà di espressione – se utilizzata con cautela e senno – ha trovato un nuovo sbocco, e coniugata all’etica, alla correttezza e alla professionalità – doti fondamentali che nel mio ruolo di formatore ho cercato e cercherò di trasmettere sempre – può portare a risultati insperati ed imprevisti. Cimentarsi nella creazione e nella gestione di un giornale on line, strada intrapresa dal sottoscritto professionalmente nel lontano 2013, è senz’altro – sarebbe incoerente negarlo – una impresa tortuosa ma anche piena di risvolti ed eventualità affascinanti. Gli ingredienti che non devono mai mancare sono spirito di iniziativa,

voglia di scrivere, un innato senso di ricerca, volontà di conoscenza sterminata e la caccia “all’ultimo spunto” che può dare dei risultati originali, e articoli seguiti, per la loro unicità e ricchezza di contenuti. Senza trascurare l’istruzione e lo studio, nel bel mezzo dei programmi didattici, scrivere per un giornale scolastico strutturato e diverso rispetto all’esperienza classica può essere un momento di sfogo e di crescita, personale e professionale, nonché un modo di rispondere ad interrogativi su se stessi e sui propri interessi. Il giornalista fa le domande e se le pone, acquisisce forza e sicurezza tramite le sue stesse parole. Senza addentrarmi troppo in questioni che tendono all’astrattismo, vengo al dunque di questo mio intervento sulla testata giornalistica simulata che oggi si inaugura. In qualità di tutor esterno dell’Impresa Formativa Simulata, che è ormai un lavoro avviato (bene) e dà alla luce il primo numero telematico de “La Gazzetta del Landi”, non posso che esprimere la mia soddisfazione personale per aver seguito, seppur in maniera marginale, lo sviluppo e l’organizzazione di una Redazione fatta di studenti che potrebbero un giorno trovarsi coinvolti, emotivamente e a livello lavorativo, nel mestiere del giornalismo ed iscriversi all’Albo professionale dei pubblicisti, per poi arrivare ancora più in alto. Lavorare sulla fotografia, sui testi, sull’impaginazione, sulle bozze, sull’audience e sull’interazione con il pubblico – e potrei continuare l’elenco delle mansioni che questi redattori andranno a ricoprire – è il frutto di una bella scommessa, vincente. A questi ragazzi, che in maniera più o meno consapevole stanno intraprendendo un percorso che li aiuterà ad aumentare il proprio senso di responsabilità, a “pesare le parole”, a capire come relazionarsi con le varie realtà del territorio e con le istituzioni, vanno i miei auguri migliori e un grande in bocca al lupo. Il coraggio e la perseveranza sono le armi che dovranno guidarvi in questa avventura, soprattutto nei momenti difficili e con la tranquillità che vi darà l’essere tutelati da docenti preparate e umanamente straordinarie, pronte a rispondere con solerzia ad ogni vostra richiesta e a consigliarvi passo dopo passo. Naturalmente, dopo aver guardato in faccia uno per uno ogni singolo componente della Redazione nelle lezioni frontali, posso immaginarvi a lavoro, ognuno di voi nella propria particolarità e con la propria personalità, ed è inutile dire che sarò il primo lettore di questa gazzetta, un lettore silente ma attento ed interessato. Nella speranza che il progetto vada avanti a lungo e che porti tante soddisfazioni, come in realtà già sta accadendo visto il tenore degli articoli che verranno proposti nel primo numero e la qualità degli argomenti trattati, auspico per voi il meglio. Non potete che crescere, sfruttate quest’esperienza. Buon lavoro a tutti, docenti e studenti, e contate sempre sul mio appoggio.

Dott. Rocco Della Corte
Giornalista Pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti di Roma