Crea sito

LA CHIMICA DELL’ AMORE

Il 14 febbraio di ogni anno è doveroso o quanto meno auspicabile che una coppia di innamorati festeggi San Valentino.

Una festa, diciamo, selettiva, festeggiata dalle coppie ma ormai non solo da loro anche da chi un partner non lo ha.

L’elemento base per il festeggiamento è (quanto meno si spera) l’amore, sentimento particolare che sa farci provare diversi gradi di emozione che vanno dalla felicita alla rabbia, passando per tutto ciò che si sente quando si è innamorati.

Ma l’amore è davvero così complicato e cosa non comprensibile in modo diretto?

La Chimica ha però provato a spiegarlo; la scienza ci dice che l’innamoramento e la passionalità nei confronti di un partner sia data dalla Serotonina che mantiene costante le sensazioni passionali vissute in un rapporto,

in altro modo nei partner di lunga durata  viene prodotta molta ossitona che permette di mantenere in modo saldo il legame e costante la relazione.è

Le sensazioni di ansia, eccitazione prodotte nei momenti felici in un rapporto sono prodotte dalla dopamina che alza la frequenza cardiaca e della pressione; quindi di che cosa è fatto l’amore è magico o sono solo “molecole in funzione”,

certo è che non sia un sentimento facilmente spiegabile anche perché non per forza in un rapporto amoroso uomini e donne desiderano la stessa cosa o provano allo stesso modo il sentimento stesso, aggiunto a questo ciò che non dimostra o, per lo meno non nega, ma neanche afferma, che l’amore sia solo chimica è il decadimento nella relazione la perdita di emozione “immediata” che si ha nel vedere il propio compagno/a, dopo un lungo periodo di tempo passato insieme (dove sono finite dopamina e serotonina?).

In ogni caso secondo la chimica i segni dell’innamoramento una volta iniziato si tramutano in veri sintomi che possono durare dai 18 mesi ai 30, mesi in cui serotonina e dopamina sono costantemente prodotti, anche se non da tutti nello stesso modo poiché più si è anziani più gli ormoni sono inferiori come anche le sensazioni prodotte da essi.

I sintomi potrebbero anche spiegare il Mal d’amore che si avrebbe il quei 18/30 mesi in cui si è innamorati ma non ricambiati, una condizione che può anche far soffrire il fisico a causa degli sbalzi ormonali.

L’amore è molto importante per noi ne abbiamo quasi bisogno è una passione da coltivare che è unica ne esiste solo uno si esprime in modi diversi ma è pur sempre amore.

L’amore può farci stare bene, male, ci può emozionare, ci può distruggere, eppure ne abbiamo bisogno e per questo ne siamo in continua ricerca.

Manuel Cianchetti