Crea sito

“ITALO CALVINO: LA GIORNATA D’UNO SCRUTATORE.”

<<Il Landi conclude il progetto “il Landi incontra”>>

Mercoledì 19 aprile 2017 alle ore 9:30 si è conclusa l’iniziativa “il Landi incontra”, organizzata in collaborazione con la Mondadori Store e con un altro progetto, l’“Holden classics a scuola”, creato dalla scuola Holden di Torino per promuovere la lettura di classici mediante incontri tra scrittori e studenti. Solo le classi quinte hanno partecipato al progetto e hanno incontrato due volte Paolo Di Paolo, scrittore italiano di molti romanzi sia per giovani sia per adulti. Nella prima occasione si è trattato il libro dei “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni; invece la seconda è stata dedicata a Italo Calvino e ad un suo celebre libro, “La giornata d’uno scrutatore”. Il libro racconta l’esperienza di Amerigo Ormea, scrutatore durante le elezioni del 1953 al “Cottolengo” di Torino, un istituto religioso dove sono ricoverati migliaia di minorati fisici e mentali. Lo scopo di Amerigo è quello di impedire che le persone malate possano essere indotte dai religiosi a votare la democrazia cristiana. All’inizio Amerigo si percepisce normale davanti ai malati, adeguato alla situazione in cui si trova, ma poi si sente scosso dalla loro infelicità, inizia a considerarsi un uomo diverso e si ritrova davanti a due grandi interrogativi: “E se fossi io il diverso? E se fossero i malati ad essere i normali?” Il discorso fatto da Paolo Di Paolo si è incentrato proprio su questo, su chi sia il normale e chi sia il diverso e ha posto questo quesito ai giovani. La risposta degli studenti è stata che il definirsi normale o diverso dipende dalla circostanza e che si è considerati in un modo o nell’altro dalla società in cui si vive. Paolo Di Paolo ha concluso dicendo che ognuno è e può sentirsi normale a modo suo poiché, alla fine, come é anche scritto nel libro, “l’umano arriva dove arriva l’amore, non ha confini se non quelli che gli diamo.”

Linda Moroni