Crea sito

Il Festival di Sanremo

Il festival nasce all’alba degli anni ’50 sulla scia dell’entusiasmo e della voglia di evasione di un’Italia ancora ferita dalla Seconda Guerra Mondiale, per questo qualcuno lo definì ͞la grande evasione. Quando nacque l’idea del festival della canzone Italiana, la città di Sanremo, era ancora mal ridotta, con tanti problemi da affrontare e risolvere. Grazie all’interessamento di alcuni personaggi, del gestore della Casa da Gioco, Pier Busseti, e del Maestro Razzi della Rai, nacque il Festival di Sanremo e fu la Radio(l’unico mezzo disponibile) a diffondere la sera del lunedì del 29 gennaio 1951, il festival nelle case Italiane. Il presentatore Nunzio Filogamo, annunciò il suo saluto, che divenne proverbiale, dicendo; “Cari Amici, vicini e lontani…”. La prima edizione si tenne nel Salone delle feste del Casinò Municipale di Sanremo: il pubblico era seduto ai tavolini e mentre i cantanti si esibivano, loro cenavano. «Il pubblico era scarso, tanto che fu necessario trovare delle persone da sistemare ai tavolini rimasti vuoti nella grande sala», racconta Leonardo Campus : «non tanto per il prezzo – 500 lire non era una cifra impossibile – ma per il fatto che fino a quel momento il pubblico del casinò era abituato a manifestazioni di maggiore livello culturale». A vincere la prima gara fu Nilla Pizzi, che vinse con la canzone ‘Grazie dei fiori’. La stampa iniziò ad interessarsi al fenomeno ,in quanto il pubblico sembrava apprezzare. Per questo due anni dopo il Festival approdò in televisione: non andò in prima serata, ma la Rai si collegò con il Casinò Municipale di Sanremo alle 22:45. Il Festival si rivelò subito un grande successo, in quanto fu seguito da 8 milioni di persone. Oggi però il festival non è più trasmesso nel celebre Casinò ma in uno dei teatri più famosi d’Italia, l’Ariston, dove si svolge dal 1967. Dopo il successo ottenuto in televisione il pubblico iniziò ad interessarsi molto al Festival, ai suoi cantanti e alle sue canzoni. Nei decenni successivi il Festival continuò la sua scalata verso la fama, grazie alla diffusione sempre maggiore della televisione e diventò con il tempo un contesto ideale per riflettere i gusti e il costume del paese. Dalla prima edizione del 1951 ha fatto molta strada, cambiato location (dal Casinò all’Ariston), pubblico e anche musica . E ‘ diventato quindi un prodotto commerciale da migliaia di euro amato, odiato e sempre discusso. Una cosa è certa, come confermano i dati: il festival di Sanremo è un evento che ogni anno tiene incollati davanti allo schermo migliaia di italiani. Perché come dice il famoso detto, nonostante tutte le critiche e i vari scandali, “Sanremo è Sanremo”.

Cristina Magliocchetti