Crea sito

GIORNI ARIDI IN QUEL DEL “LANDI”: IMPROVVISO GUASTO IDRICO E SOSPENSIONE DELLE LEZIONI

 

 

A seguito di un guasto dell’impianto idrico e del conseguente manifestarsi di problemi igienico-sanitari è stata necessaria la sospensione delle lezioni nei giorni di giovedì 23, venerdì 24 e sabato 25. Intervistiamo così  il Dirigente Scolastico Prof. Roberto Toro per avere un quadro più dettagliato.
“All’incirca a metà mattinata di giovedì si è manifestato un problema, in un primo momento – senza apparenti disagi – ci siamo subito rivolti alla Città di Roma Capitale che ha sollecitato a sua volta una ditta per la risoluzione del guasto, ma non è bastato, a quanto pare il problema non era superficiale. Abbiamo dovuto far uscire le classi prima nelle  giornate di giovedì e venerdì continuando a cercare l’origine del guasto. E’ stato necessario coinvolgere la A.C.E.A., ma solo nella  giornata di sabato la ricerca è stat
a fruttuosa grazie ad una serie di scavi che sono stati fatti all’esterno dell’istituto.“

“E quindi in che cosa è consistito il problema, in una perdita o in una mancanza d’acqua?”
“E’ stato qualcosa di veramente inaspettato: Il problema era dovuto dall’infiltrazione di radici degli alberi che, in qualche modo, hanno compromesso il flusso dell’acqua, al principio si è pensato ad un semplice problema all’impianto di erogazione.“
“All’inizio dell’orario scolastico i servizi igienici funzionavano?”
“Sì, assolutamente. Solo verso le dieci si è verificato il tutto e siamo stati costretti ad interrompere le attività didattiche.” “Lei ha preso la decisione di sospendere le lezioni e di far uscire gli studenti dall’istituto, anche minorenni: in quali situazioni
questo è previsto?“

“E’ previsto nel caso in cui sia impossibile garantire le condizioni di sicurezza oltre alle condizioni igienico-sanitarie minimali e a svolgere le attività didattiche. La preoccupazione maggiore è stata quella di definire il problema poiché dovevamo accertarci che il disagio fosse veramente persistente e che la cosa non venisse ingigantita da voci di corridoio procedendo nell’evacuare la scuola. “
Il problema è risolto! Ringraziamo il nostro Preside per averci fornito una migliore spiegazione dell’accaduto e soprattutto per l’efficiente e la tempestiva risoluzione del problema. Augurandoci che non accada più… andiamo in pace.

 

Angelica De Giorgi