Crea sito

FEE: BANDIERA BLU E NOVITÀ

La stagione estiva è appena iniziata e già molti italiani sono arrivati sulla spiagge. Ma quali di essa sostengono di più l’ambiente? Per poter rispondere a questa domanda nel 1987 è stato istituito un riconoscimento internazionale: ”Bandiera Blu”, un programma che ogni anno viene assegnato dalla FEE  (Foundation For Environmental Education) in 49 paesi europei e extraeuropei con il supporto dell’ONU. L’obiettivo principale di questo programma è di indirizzare le località di mare verso un processo di sostenibilità ambientale. Ma quali sono i requisiti per ottenere il premio “Bandiera Blu”? I criteri di valutazione usati non valutano solo i litorali paradisiaci ma anche ecologia e capacità di valorizzare la natura…ma vediamoli più nel dettaglio. Ogni spiaggia deve proporre almeno 5 attività di educazione ambientale, deve presentare cestini per i rifiuti a sufficienza,  non deve essere in prossimità di una discarica urbana o industriale, deve vietare l’ingresso a qualsiasi tipo di animale domestico, auto, moto e ad ogni tipo di campeggio e soprattutto deve essere dotata di un numero adeguato di personale, servizi, attrezzature per il salvataggio e di un equipaggiamento per il pronto soccorso. Insomma tanti gli aspetti richiesti ma tante anche le spiagge premiate. In Italia quest’anno sono 342,39 in più dell’anno scorso. Al primo posto troviamo la Liguria, al secondo la Toscana e a seguire le Marche. Le New entry nella classifica 2017 sono Giulianova e Roseto in Abruzzo, Roseto Capo Spulico e Soverato in Calabria, Sapri in Campania e Santa Teresa di Riva in Sicilia. A non riconfermare invece la certificazione sono Cattolica in Emilia Romagna e Petacciato in Molise. La partecipazione al programma è inoltre gratuita per la valutazione, la certificazione e tutte le visite a carico della FEE che quest’anno ha anche avviato, per i non amanti del mare, “Spighe Verdi”, un programma che sostiene i comuni rurali, ne salvaguardia le risorse e ne commercializza i prodotti agricoli e artigianali. Nel progetto verranno inoltre valorizzati la qualità del suolo e la conservazione del paesaggio, aspetti importantissimi che serviranno per avviare un processo di cambiamento efficace per l’Italia ma anche per l’Europa.

 

Linda Moroni.