Crea sito

EVE ARNOLD: BIOGRAFIA DELLA PRIMA DONNA FOTOREPORTER

Avrebbe da poco compiuto 105 anni Eve Arnold, fotografa statunitense e prima donna fotoreporter per l’Agenzia Magnum Photos.

Nata il 21 aprile 1912 a Filadelfia e morta a Londra il 4 gennaio 2012, Eve Arnold proveniva da una famiglia russa ed era la terza di sei figli. Nonostante le ristrettezze economiche, i genitori le assicurarono un’istruzione e intraprese la facoltà di medicina, che decise di lasciare nel 1943 , per trasferirsi a New York. Nel 1946 partecipò a un corso di fotografia di sole sei settimane che le cambiò per sempre la vita e che le fece scoprire la sua vera passione. Conobbe Alexey Brodovitch, direttore di una rivista all’epoca famosa, grazie al quale pubblicò nel 1951 il suo primo servizio fotografico dove i suoi scatti, che immortalavano una sfilata di modelle di colore, fecero scalpore perché le discriminazioni erano all’ordine del giorno. Nel 1957 la sua vita cambiò ulteriormente poiché divenne la prima socia donna dell’Agenzia fotografica più famosa al mondo: Magnum Photos. A lei e alla sua macchina fotografica fu affidato un viaggio tra le ombre e le luci del mondo di Hollywood ed immortalò le più grandi dive del suo tempo, tra cui Marylin Monroe, con cui strinse una grande amicizia. Eve dimostrò di saper entrare in empatia con i soggetti che fotografava, infatti dichiarò in un’intervista: ”Se il fotografo dà importanza alla persona che sta davanti all’obiettivo e ne ha compassione il più è fatto. Una buona fotografia dipende dal fotografo e non dalla macchina che è, invece, semplicemente uno strumento”. Si trasferì a Londra nel 1961, dove lavorò per Life, Vogue e per il Sunday Times Magazine. Lei e la sua macchina fotografica lasciarono il segno ovunque: in Texas, Afghanistan, a Cuba e nel New Jersey, dove realizzò anche alcuni documentari. Nel 1995 Eve Arnold fu proclamata “Master photografer”, la massima onorificenza fotografica, ma purtroppo la sua straordinaria vicenda umana e professionale si spense nel gennaio 2012 poco prima dei suoi 100 anni. Nello stesso anno fu pubblicato il “All about Eve-the photography”, un libro-raccolta delle sue foto edite e inedite. Nel 2014 è stata allestita una mostra a Torino presso Palazzo Madama in sua memoria, dove furono mostrati 83 dei suoi scatti in bianco e nero e a colori che ritraevano le tappe più importanti e significative del suo lavoro fotografico dal 1950 al 1984.

Al giorno d’oggi realizzare i propri sogni come Eve può sembrare molto complicato o quasi impossibile… ma proprio la sua passione per la fotografia ha ispirato tanti giornalisti a dedicarsi con maggior dedizione a quest’attività.

Linda Moroni