Crea sito

CIMON, NUOVA FRONTIERA DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Da ottobre 2018 gli astr onauti della Stazione Spaziale Internazionale non saranno più “soli”.

CIMON, sigla di Crew Interactive Mobile CompanioN, è un robot dotato di intelligenza artificiale, progettato e programmato durante gli ultimi due anni. Sarà accompagnato sulla Stazione Spaziale Internazionale il prossimo ottobre dall’astronauta Alexander Gerst per aiutare lui e i suoi compagni di ricerca durante la missione Horizons in determinati compiti, quali ad esempio la misurazione di dati specifici per fare riprese da particolari angolazioni. Il robot, progettato dalle società Airbus e IBM, pesa 5 chilogrammi ed è in grado di fluttuare e orientarsi perfettamente nella Stazione Spaziale, di dialogare attraverso sofisticati sistemi vocali e di riconoscere Gerst solo sentendone la voce. É munito di un grande schermo che quando non visualizza numeri e grafici presenta un volto sorridente in stile cartone animato, per rallegrare un po’ l’atmosfera a bordo dell’ISS. Invece, per quanto riguarda la sua AI (Intelligenza Artificiale) i programmatori affermano che è basata su reti neurali, una tecnologia informatica che emula i meccanismi di funzionamento del nostro cervello. É talmente simile ad un essere umano che i ricercatori che lo hanno programmato, lo hanno dotato anche di un cubo di Rubik per i sui attimi ricreativi. I progettisti sostengono addirittura che CIMON è così evoluto che diventerà un vero e proprio collega di lavoro per gli astronauti.

 

GabrieleCastrichella