Crea sito

ARRICCHITA LA BIBLIOTECA SCOLASTICA GRAZIE A #IOLEGGOPERCHÈ2016

«Sarei contenta se questo progetto, che ho colto con grande entusiasmo, continuasse.»  (La Bibliotecaria sig.ra Sorrentino)

“Io leggo perché” è un’iniziativa che ha preso piede tre anni fa; quest’anno si è svolta dal mese di maggio a quello di novembre 2016 nelle scuole italiane di ogni ordine, dalle elementari alle superiori, per portare la lettura nella quotidianità dei ragazzi, contribuendo alla creazione e allo sviluppo di centinaia di biblioteche scolastiche. Promossa dall’Associazione Italiana Editori (AIE) e realizzata dal nostro Istituto, l’unico istituto superiore veliterno che ha partecipato, con la prof.ssa Mariella Terra in veste di “Messaggera”, ovvero chi porta avanti il messaggio della lettura promuovendola  nelle classi, e con la collaborazione della libreria Mondadori che ha svolto il ruolo di tramite con l’Associazione, questa  iniziativa ha consentito alla nostra biblioteca di trarne  un grande beneficio. Come funziona? Nel mese di ottobre 2016, durante la prima fase, si potevano comprare libri di ogni genere da donare alla nostra scuola e le  case editrici poi, nella seconda fase per ogni libro comprato, ne avrebbero donato un secondo ad ogni scuola aderente.

Sono stati comprati circa trenta libri per il nostro istituto, nella prima fase dell’iniziativa, e nel mese di marzo ne sono arrivati altri novantotto dall’AIE, a seguito dell’acquisto dei primi.
I generi letterari con cui è stata arricchita la nostra biblioteca spaziano dall’attualità ai classici, sia italiani sia stranieri, anche se, come ha detto la signora Tommasina Sorrentino, la nostra bibliotecaria, i libri che i ragazzi stanno prendendo in prestito in maggior modo riguardano la psicologia e la sociologia. La professoressa Terra sostiene che questa iniziativa non ha  avuto all’inizio il riscontro che meritava, forse perché, considerando la ricchezza della nostra Biblioteca d’Istituto«quando si hanno già tante cose belle, poi si finisce col non fare più niente.»
Sostiene anche che questo progetto deve essere l’inizio di un percorso che dobbiamo continuare noi ragazzi attraverso la lettura, perché dobbiamo sempre coltivare questa passione e non fermarci mai.
Ora sta solo a noi scegliere un libro e leggerlo. Per facilitare la scelta, la bibliotecaria vorrebbe aggiungere all’interno della nostra biblioteca nuovi  espositori per poter mettere in mostra tutti i libri ed invogliare così i ragazzi.
Insomma, sono rimasti tutti soddisfatti da questo progetto che, rispetto a tutti gli altri simili degli anni precedenti, è stato quello che ha portato il maggior numero di libri all’interno della nostra scuola. Venite in tanti a prendere in prestito un libro all’interno della biblioteca della nostra scuola; così facendo non solo si aprono le porte alla passione della lettura, ma anche a quella passione che vi accompagnerà per il resto della vita.

Antonella Mei