Crea sito

APPROVATA LEGGE SUL REATO DI TORTURA

Mercoledì 17 maggio il Senato ha approvato con 195 voti favorevoli, 8 contrari e 34 astenuti un disegno di legge che introduce nel nostro ordinamento il reato di tortura. Non hanno partecipato al voto il presidente della Commissione per i diritti umani e primo firmatario del disegno di legge, Luigi Manconi, ritenendo che il testo -presentato fin dal 2013- non ricalcasse più lo spirito originario del disegno di legge.

Questi i punti fondamentali della proposta:

Nel paese di Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi, di Giuseppe Uva come di Giulio Regeni, le attese per questa legge erano e sono altissime. Ma le modifiche apportate nel corso del dibattito parlamentare le hanno deluse. ” Una legge talmente inapplicabile da essere controproducente ” afferma Ilaria Cucchi. ” Qua si sta innescando una situazione grottesca per tutelare chi ha paura di incappare in questo reato, altrimenti non me lo spiego. Si creano altri problemi e altra confusione e si favorisce chi commette questo reato, salvandolo dalla condanna ” conclude Cucchi. Amnesty International Italia e Antigone hanno rilasciato la seguente dichiarazione: “ Questa legge qualora venisse confermata anche dalla Camera sarebbe difficilmente applicabile. Il limitare la tortura ai soli comportamenti ripetuti nel tempo e a circoscrivere in modo inaccettabile l’ipotesi della tortura mentale è assurdo per chiunque abbia un minimo di conoscenza del fenomeno della tortura nel mondo contemporaneo, nonché distante e incompatibile con la Convenzione internazionale contro la tortura “.

 

Lavinia Papi