Crea sito

ADDIO A FABRIZIO FRIZZI. LA SCOMPARSA DEL GRANDE CONDUTTORE RAI

Il 27 marzo scorso ci ha lasciato una grande stella della Rai, Fabrizio Frizzi e ieri si sono svolti i funerali nella chiesa degli artisti a piazza Del Popolo a Roma.

Un grande dispiacere per tutto il mondo della televisione. Il famoso conduttore dell’”Eredità” se ne va a 60 anni per colpa di una patologia cerebrale, l’emorragia cerebrale, una sindrome neurologica acuta, che può manifestarsi in modo più o meno grave. Già lo scorso ottobre Frizzi aveva avuto un malore ed era  consapevole del fatto che si trattasse di una cosa seria, di non semplice soluzione. Lo stesso Frizzi la definì come una “battaglia non facile”; nonostante questo suo problema, ha lottato andando avanti con il sorriso e continuando a farsi vedere sereno in televisione. Non solo conduttore, Frizzi era anche un eccellente doppiatore, lo ricordiamo nel doppiaggio dello Sceriffo Woody in “Toy Story”. Inoltre era un attore e un cantante. Insomma, un uomo dalle mille creatività, anche dal cuore generoso. Infatti, nel 2000 donò il midollo osseo ad una giovane ragazza di soli 11 anni, salvandole la vita. Le parole di tristezza e stima sono arrivate da tutte le personalità del mondo dello spettacolo, attori e colleghi, da politici ma soprattutto dagli amici e dalla sua famiglia, la moglie Carlotta e la figlia Stella di 5 anni, a cui dedicò la canzone “La nuova stella di Broadway” di Cesare Cremonini.

 

Alice Bartoli