Crea sito

<>

Un progetto veliterno incontra il mondo di un artista poliedrico.

Giovedì 3 maggio 2018 alle ore 16 presso la Sala Tersicore del Comune di Velletri, si è tenuta una conferenza nella quale L’Orto del Pellegrino e Babycampus Edutainment hanno presentato un laboratorio ispirato al pensiero di Bruno Munari. Relatrici dell’incontro sono state le storiche dell’arte Pia Antonini e Silvia Sfrecola e la psicoterapeuta Laura Romani. Ad introdurre l’argomento è stata Silvia Sfrecola, la quale ha presentato il progetto dell’Orto del Pellegrino. In primo luogo, ha spiegato quanto sia importante conoscere ma anche saper apprezzare e sfruttare il proprio territorio, ribadendo come alcuni abitanti della nostra cittadina non conoscano molte delle potenzialità di Velletri. In effetti, l’orto, nato dal recupero di un giardino abbandonato, si trova nel Vicolo del Pero in pieno centro storico veliterno. Come si può già evincere dal nome, all’interno di esso si trovano numerose specie di erbe officinali utilizzate in itinere dai pellegrini che percorrevano la Via Francigena, storico itinerario che collegava Canterbury a Roma. Inoltre, il luogo si presta per attività laboratoriali rivolte ad un pubblico misto con particolare attenzione ai bambini. È stata poi Pia Antonini ad introdurre l’eclettico artista Bruno Munari, avendolo conosciuto personalmente. La storica ha messo dunque in risalto il costante ed accurato studio di Munari sulla relazione tra i bambini e gli adulti e l’agire in laboratorio. Infatti, il termine agire significa sia “mettere in movimento” che “governare”. Vale a dire che l’azione attuata all’interno di un laboratorio ha delle regole specifiche che la rendono non solo manuale ma anche verbale e concettuale, perciò si tratta di una proposta didattica formativa.

 

Matteo Cannistraci e Claudia Quattrocchi